Subentro di Espace Elab nel partenariato HEART VDA

Di seguito le motivazione che hanno portato ESPACE ad entrare nel partenariato HEART VDA


Durante tutto lo svolgimento del progetto, WhiteQube ha usufruito delle consulenze di Luca Ferrari quale consulente nelle attività di ricerca specificati all’interno del contratto sottoscritto tra le parti e nello specifico:

  • studio e implementazione di sistemi hardware e software altamente innovativi per la gestione intelligente dell’energia, ricerca di algoritmi per l’energy efficiency attraverso metodologie data mining e di machine learning
  • gestione tecnica del progetto Heart VdA a supporto del Cliente ed in interazione con gli altri rappresentanti tecnici delle imprese partecipanti all’ATS

Luca Ferrari è legale rappresentale di ESPACE ELAB S.R.L.S, società con sede legale e operativa nel territorio della regione Valle da Aosta. Gli ambiti di interesse di questa società hanno diversi punti di sovrapposizione con quelli di WhiteQube.

In particolare:

  1. ricerca e sviluppo di apparati low power e ultra low power in ambito IoT e nello specifico dei dispositivi atti al rilevamento di misure relative a variabili ambientali e biometriche delle piante
  2. ricerca e sviluppo di algoritmi predittivi per la gestione del residuo energetico per l’alimentazione degli apparati di cui al punto precedente
  3. ricerca e sviluppo di metodologie innovative per la generazione di energia elettrica

Visti gli ambiti condivisi e la conoscenza diretta che Luca Ferrari ha delle attività pregresse svolte da WhiteQube all’interno del progetto, riteniamo Espace Elab il soggetto più adatto a garantire continuità nelle attività residue previste per il WP4 e WP5.

Installazione vigneto a Cossan

Anche il vigneto di Cossan da oggi è monitorato. L’intervento ha riguardato l’installazione di un pannello fotovoltaico e di una serie di componenti elettronici che hanno il compito di connettere tutti i sensori e la telecamera già presente sul campo e raccogliere i dati.

Un sistema di connessione adattativo permette di spostare i dati dal vigneto direttamente allo IAR (Institut Agricole Régional) in modo che siano immediatamente consumabili.

Inoltre è stato installato un gateway che permette l’accesso remoto al sistema: questa funzionalità da la possibilità ai tecnici di monitorare tutti gli strumenti da remoto senza dover intervenire direttamente in loco

Installazione meleto a Sallairon

Il meleto di Saraillon si trova alla confluenza tra la valle principale e la Valle del Gran San Bernardo in un’esposizione prevalente sud-est e ad una quota di 750 m slm.

L’obiettivo principale delle misure condotte nel sito è quello di analizzare l’effetto di diverse tecniche di potatura (manuale e meccanica) sullo sviluppo fenologico vegetativo e riproduttivo di tre varietà di meli.

A questo scopo sarà installata una phenocamera in grado di indagare un’ampia porzione (50x30m) del meleto in oggetto. A differenza del vigneto di Cossan, in questo sito verrà utilizzata una camera digitale NETCAM (Stardot) che consente la misura contemporanea dell’indice di verde (GCC) e di un indice spettrale indiretto correlato al NDVI (Petach et al 2015). La phenocamera sarà collegata via LAN alla Low Power Platform (deliverable 2.2.1. Considerate le caratteristiche del sito non è possibile prevedere l’installazione di sensori per la misura diretta del NDVI come nel sito di Cossan.

Le variabili meteo necessarie ad una caratterizzazione climatica generale del sito saranno calcolate estrapolando le misure della rete di osservazione regionale.